Home » Benessere » Il mistero del ragazzino che, nonostante Ebola, ha continuato a ballare

Il mistero del ragazzino che, nonostante Ebola, ha continuato a ballare

Una storia incredibile quella che i Medici Senza Frontiere in missione in Liberia raccontano ai media di tutto il mondo. Una storia che fa venire i brividi… per la felicità, perché significa che Ebola, dopo tutto, si può vincere anche con pochi mezzi, un cocktail di farmaci e tanta voglia di ballare! E’ la storia di un ragazzino giunto al centro di cura di Foya in agosto con sintomi molto simili a Ebola. I primi test sono risultati negativi, ma dato che restava il sospetto di malaria il giovane è stato trattenuto per accertamenti.

Le lunghe e noiose cure hanno stressato non poco il ragazzo che, per trascorrere il tempo, ha cominciato a esibirsi in una tipica danza africana, la Azontho, divertendosi e facendo così divertire anche i malati ricoverati nel centro. Purtroppo, però, lui non guariva mai e ulteriori analisi hanno accertato che aveva contratto pure lui il virus Ebola. Non sapendo come curarlo, i medici hanno tentato di tutto, mescolando i farmaci per la malaria già usati ad altri (paracetamolo, antibiotici) e unendo anche dei composti vitaminici. Nel frattempo altri parenti della famiglia del giovane erano morti di Ebola, ma lui, pur avendo tutti i sintomi (dolori, nausea, diarrea) non peggiorava. Anzi, continuava a danzare.

Il carattere allegro e positivo lo ha portato a diffondere speranza tra i propri familiari e tra gli altri pazienti e mentre i medici aspettavano solo un suo ulteriore peggioramento, lui continuava a ballare. Quando non aveva dolori, ballava. Quando non era in bagno, piegato dalla diarrea, ballava. Appena rallentava la nausea, ballava. Ai primi di settembre, i controlli ormai di routine, hanno dato al mondo un risultato sconvolgente: il giovanissimo ballerino era guarito. Ebola era sparito dal suo corpo senza lasciare traccia. Merito dei farmaci improvvisati? Merito di anticorpi speciali? Forse più che altro è stato merito della grandissima gioia di vivere che ha animato questo ragazzino e della sua selvaggia danza africana. Possiamo dirlo? Ebola è stato sconfitto dalla felicità.

admin

x

Guarda anche

Un “codice” sulle pillole per gestire il farmaco

Sapete che cos’è un QR CODE… o “codice QR”? E’ quel qudratino che trovate ormai ...

Condividi con un amico