Home » Benessere » Ebola sbarca negli USA con un turista liberiano

Ebola sbarca negli USA con un turista liberiano

Dobbiamo proprio ritenerci fortunati. Perchè su centinaia di sbarchi africani che ogni giorno si registrano in Italia, ancora nessuno ha portato il virus di Ebola qui nel nostro Paese. Ed è difficile che ciò accada, perchè l’incubazione di Ebola è talmente breve che qualsiasi persona infetta si ammalerebbe e forse morirebbe prima di sbarcare. Ma non se viaggia con mezzi veloci come l’aereo.

E’ successo questo a Dallas, in Texas, dove da un aereo proveniente dall’Africa è sbarcato un signore benestante, un turista come tanti, che veniva a vedere gli Stati Uniti e a visitare alcuni parenti che qui risiedono. L’uomo, un cittadino della Liberia, si è ammalato subito dopo l’arrivo in America e i primi esami avrebbero confermato che soffre di febbre emorragica da Ebola. Ricoverato e isolato immediatamente, il turista viene già trattato con i medicinali e i nuovi vaccini appositi. Ma il problema del suo arrivo in aereo rimane ed è un problema grosso.

E’ risaputo che in aereo i virus e i batteri si diffondono con molta velocità, a causa dell’ambiente chiuso e del contatto ravvicinato con altre persone. Dunque sono a rischio i passeggeri dell’aereo che ha portato l’uomo negli Stati Uniti, un centinaio di persone che stanno per essere rintracciate e messe in guardia. Dovranno tutti presentarsi per i controlli e sottoporsi a possibile quarantena nella speranza che il contagio non si sia verificato perché altrimenti, nel frattempo, questi potrebbero averlo passato anche ai loro familiari. I medici americani che hanno in cura il paziente non escludono nemmeno questa ipotesi ma assicurano che il virus, negli Stati Uniti, può essere controllato e fermato a differenza del caos che sta seminando morte in Africa.

admin

x

Guarda anche

Un vaccino di staminali contro il cancro al seno

Niente facili speranze, si tratta solo di uno studio … il primo passo di un ...

Condividi con un amico