Home » Benessere » Ebola: sì all'allarme, no alla psicosi

Ebola: sì all'allarme, no alla psicosi

Siamo ancora qui a parlare di Ebola, dopo le notizie allarmanti che vengono dalla Spagna. Se l’infermiera contagiata dal missionario sta lentamente migliorando, si registrano altri 4 casi nella sola Madrid. Attenzione, però. Parliamo di “casi sospetti” che potrebbero anche rivelarsi falsi allarmi. Occorre fare le dovute distinzioni perchè ormai i media parlano di Ebola con toni da disastro planetario ed è sbagliato. Ebola è un’emergenza internazionale, sì, ma non può e non deve diventare psicosi.

Medici anziani, che hanno visto epidemie veramente gravi (la Spagnola, il colera) sorridono quando sentono parlare delle cifre di Ebola. Sostengono che 3.500 morti in una zona ultra-popolata come l’Africa Occidentale sono “nella norma” dell’evoluzione di una epidemia seria, grave sicuramente, ma non ancora drammatica. Non stiamo parlando della peste. E se in Africa il contagio si estende veloce anche per la scarsità di mezzi e di norme igieniche, in Europa non c’è motivo di entrare in psicosi da Ebola, perché possiamo curarla e affrontarla. L’allarme va bene, i controlli sono giusti e dovuti, ma non spaventiamo la gente se non ce n’è bisogno.

Ecco tutto quello che c’è da sapere su Ebola: ha un periodo di incubazione di una ventina di giorni durante i quali il contagio E’ IMPOSSIBILE. Il virus passa da persona a persona solo se si viene in contatto con una persona già in preda ai sintomi (febbre, dolori, vomito, emorragie) e solo se si toccano i liquidi corporei della stessa. Insomma, un malato di Ebola con febbre già in corso può spargere il contagio anche con uno starnuto e con un colpo di tosse, col sudore o con il sangue. Per questo basta una preventiva protezione con guanti, mascherina, tuta e l’abitudine di disinfettarsi e lavarsi le mani dopo aver avuto a che fare con un malato. E’ quello che non si è fatto a Madrid, dove l’infermiera ha preso il virus in un reparto di isolamento dove però il personale non portava abiti isolanti! Insomma, Ebola si può gestire e si gestisce sempre più facilmente perchè il virus non muta e perchè perde potenza man mano che passa di persona in persona.

admin

x

Guarda anche

Simil-influenza mette a letto 100mila italiani

Sono almeno 100mila gli italiani alle prese con una sindrome simil-influenzale. Le temperature insolitamente alte ...

Condividi con un amico