Home » Benessere » Medico ferito da un cervo viene salvato da un collega

Medico ferito da un cervo viene salvato da un collega

La fortuna di essere medici! Succede che si parta in gruppo, in comitiva, per una bella vacanza in montagna con tanto di escursione tra i boschi e che si venga attaccati da un cervo maschio che sente minacciato il proprio territorio. Ad avere la peggio un giovane medico sardo, colpito dalle corna dell’animale alla coscia, è crollato in terra perdendo sangue a fiotti.

La cornata, infatti, aveva tagliato l’arteria femorale ovvero un vaso vitale che trasporta grandi quantità di sangue in giro per l’organismo. Non c’era un secondo da perdere e sebbene l’uomo fosse un medico non era in condizione di intervenire, dato che rischiava di perdere conoscenza. E’ intervenuto per fortuna un altro membro della comitiva, medico anche lui, che ha saputo fermare l’emorragia e assicurare il paziente fino all’arrivo dei soccorsi. Il medico soccorritore ha anche dovuto prendersi cura di un secondo compagno di spedizione, pure lui attaccato dall’animale, ma in maniera più lieve.
E’ sempre importante sapere cosa fare in caso di emorragia, per prima cosa legare con forza un laccio poco sopra la ferita in modo che si fermi l’apporto di sangue verso la lacerazione. I corsi per soccorritori, che tutti noi dovremmo frequentare, spiegano benissimo questo e altri metodi di intervento … perchè non sempre si può avere la fortuna di essere circondati da medici in gamba, come questi signori di Cagliari.

admin

x

Guarda anche

Vino, a rischio la vita con 5-6 bicchieri a settimana

Bere più di 5-6 bicchieri di vino a settimana mette a rischio la salute.  L’allarme ...

Condividi con un amico