Home » Benessere » "Voi gay non potete donare il sangue". Discriminazione assurda in Puglia

"Voi gay non potete donare il sangue". Discriminazione assurda in Puglia

Più che una precauzione, uno sfregio. Un graffio sulla dignità di persone generose che stavano per compiere un gesto altamente umanitario, rifiutato solo “perchè sono gay”. E’ successo qualche giorno fa all’ospedale Santa Caterina Novella di Galatina, in Puglia, a una coppia di uomini, donatori di sangue da anni, e coppia di fatto nella vita. “Impossibile, non potete donare il sangue se siete gay”, con questo rifiuto si sono visti mandar via dai medici di turno.

Un rifiuto doppiamente assurdo, primo perché presuppone il binomio “gay uguale malato” (che non è affatto scontato) e secondo perché il sangue dei donatori -anche di quelli etero!- viene sempre controllato, prima di essere usato per le trasfusioni, dato che anche gli etero possono avere malattie gravi da trasmettere. Dunque, a parità di trattamento delle sacche di sangue, perché rifiutare due omosessuali in partenza solo per la loro tendenza? Tra l’altro i due non erano nuovi a donazioni di sangue, dato che lo fanno da una vita, solo che magari altre volte erano andati a donare separatamente e non avevano dato nell’occhio.

Visto il rifiuto, i donatori hanno chiamato la legge e i carabinieri giunti sul posto hanno decretato che era loro diritto poter donare il sangue come tutti. Alla fine la questione si è risolta con un accordo: i medici avrebbero acconsentito alla donazione solo se la coppia avesse firmato una autocertificazione di assenza di malattie e di comportamento non a rischio. Cosa che i due hanno fatto senza alcun problema. Rimane tuttavia il dubbio precedente. Basta la sola tendenza omosessuale a far temere la presenza di malattie pericolose? Cosa vieta a un eterosessuale “normale” di avere addosso la sifilide, il papillomavirus o l’AIDS per aver frequentato compagnie occasionali o prostitute? Un elemento su cui fermarsi a riflettere la prossima volta, prima di umiliare due brave persone.

admin

x

Guarda anche

Un “codice” sulle pillole per gestire il farmaco

Sapete che cos’è un QR CODE… o “codice QR”? E’ quel qudratino che trovate ormai ...

Condividi con un amico