Home » Benessere » Dieta: viva il "diario alimentare"

Dieta: viva il "diario alimentare"

Per dimagrire non serve la dieta Dukann, nè il controllo dei carboidrati, nè l’eliminazione dei dolci. O meglio, serve un po’ di tutto, ma fatto bene e fatto con costanza. Le diete non funzionano se non sono seguite alla lettera tutti i giorni. Ecco perchè gli esperti e i dietologi di tutto il mondo stanno puntando ormai sulla efficace tecnica del “diario alimentare”. Si tratta di un diario vero e proprio su cui annotare tutto quello che si mangia e le quantità.

Consigliato ormai da molti dietologi e nutrizionisti, il diario alimentare aiuta la persona che segue la dieta a rendersi conto di quanto mangia e quando “sgarra” e aiuta anche il medico a seguire meglio l’evoluzione della cura. L’obesità è ormai una vera e propria malattia che colpisce milioni di persone nel mondo e con conseguenze molto gravi, soprattutto per il cuore, ma anche per la frequenza di comparsa del cancro. Annotare cosa si mangia permette di aumentare la consapevolezza e di capire l’importanza dei risultati che man mano si ottengono. Naturalmente però il diario alimentare deve essere condotto con la supervisione del medico, anche perchè in alcuni soggetti con disturbi alimentari è importante che sia ben seguito.

Basta un quaderno, o un’agenda, meglio se di carta perchè si porta sempre con sé e si può consultare in qualsiasi momento senza paura che “si scarichi” o “non prenda” il collegamento. Ogni giorno va descritto il pasto che si fa, la merenda, eventuali alimenti nuovi e bisogna annotare anche come ci si sente mentre si mangia quel prodotto. Ovviamente il diario da solo non basta. Occorre integrare questo impegno con altri, come ad esempio fare movimento fisico ogni giorno, pesarsi ogni settimana, e così via.
Individuare le abitudini pericolose e tenerle a bada è il passo principale per cambiarle e dunque per poter avere la meglio sullo sfrenato desiderio di cibo.

admin

x

Guarda anche

Una “buona” cura preventiva per l’infarto? Lo yogurt

Mangia yogurt e campa cent’anni. O per lo meno, se ti ammalerai, non sarà per ...

Condividi con un amico