Home » Benessere » Udine capitale dei trapianti: quattro in un fine settimana

Udine capitale dei trapianti: quattro in un fine settimana

Se il trapianto è la nuova cultura che salva la vita, come testimoniano le tante adesioni alla campagna dell’AIDO di recente conclusa, l’Italia sta recuperando poco per volta nella classifica dei Paesi più generosi. Se si pensa che fino al 1995 da noi si effettuavano pochissime operazioni del genere e oggi il record tocca alla città di Udine, dove all’ospedale Santa Maria della Misericordia sono stati effettuati ben quattro trapianti in soli due giorni, è tutto dire.

Il record di trapianti, tutti avvenuti nello stesso fine settimana e tutti di reni, è stato portato a termine grazie al lavoro di 30 persone tra medici, infermieri, tecnici e paramedici. Uno dei trapianti era particolarmente delicato e il rischio di perdere il paziente molto elevato ma si è risolto tutto per il meglio e senza drammi. Questa impresa è avvenuta soprattutto per la grande intraprendenza del dottor Atanassios Dovas, coadiuvato dai colleghi Mauro Marchesi, Paola Girardi, Adolfo Petrina, Massimo Lenti, Francesco De Santis, Francesco Pensi, Paolo Baccari e Massimo Carria.

Un risultato importante che non testimonia, come può credere erroneamente qualcuno, una gara a chi va più veloce ma una consapevolezza nuova dei cittadini e delle strutture. Gli italiani hanno superato il blocco delle superstizioni che li tenevano lontani dalla donazione di organi e ospedali e cliniche si sono resi pronti ad accogliere il cambiamento. Quattro trapianti in un solo fine settimana significa che c’è generosità e che c’è competenza, e la grande impresa che dona prestigio alla sanità italiana è un segno di incoraggiamento per tutti noi.

admin

x

Guarda anche

Un “codice” sulle pillole per gestire il farmaco

Sapete che cos’è un QR CODE… o “codice QR”? E’ quel qudratino che trovate ormai ...

Condividi con un amico