Home » Benessere » Spesa di farmaci: Sicilia sprecona, Milano saggia

Spesa di farmaci: Sicilia sprecona, Milano saggia

Gli italiani non hanno ancora capito l’errore dell’abuso di farmaci, al punto che nonostante le notizie di batteri resistenti e nuovi virus, resi forti dall’eccesso di medicinali in uso, la gente continua a comprare farmaci senza criterio. E peggio ancora senza prescrizione medica. L’allarme lo lancia per l’ennesima volta l’Agenzia Italiana del Farmaco, l’AIFA.

Nella relazione pubblicata di recente e resa nota la scorsa settimana, AIFA mostra i dati sul consumo di farmaci nella prima parte del 2014. In Italia, ma in Sicilia in particolare, sono stati spesi più soldi del previsto per le medicine. L’isola, poi, ha proprio sforato il fabbisogno sanitario nazionale, spendendo 899,2 milioni di euro (qualcosa come 176 euro a testa) dando così a vedere che in soli sette mesi sono stati sprecati ben 89 milioni e mezzo di euro!
La Sicilia dovrebbe prendere esempio, ancora una volta, dalla Lombardia che ha speso addirittura 55,6 milioni in meno rispetto al limite, con appena 160 euro a testa per i suoi abitanti. Il problema dello sforamento di alcune regioni, tuttavia, non sta solo nella cattiva abitudine degli abitanti ma anche dalla nuova moda dei furti di farmaci -più numerosi al sud- che lasciano ospedali e farmacie privi di mezzi e dunque costretti a comprare ancora nuove scorte.

admin

x

Guarda anche

Enzima per caso … però “mangia” la plastica

Questi scienziati che letteralmente “giocano” con la materia, manipolandola e trasformandola a loro piacimento, diciamo ...

Condividi con un amico