Home » Benessere » Tumori infantili: si individuano con l'analisi del sangue

Tumori infantili: si individuano con l'analisi del sangue

Individuare i tumori con esami non invasivi sarebbe una splendida notizia per chiunque, molto di più se si parla di tumori infantili. Per un bambino è già dura affrontare l’idea di una malattia, ancor peggio di una malattia così grave come un tumore, e doverlo fare dopo esami dolorosi e pesanti è una tortura anche psicologica infinita. Per questo viene accolta con un sospiro di sollievo la ricerca condotta dall’università di Cambridge, in collaborazione con l’Addenbrooke Hospital.

I ricercatori locali hanno individuato un modo semplice e rapido per rilevare la presenza di tumori infantili, tramite un banalissimo esame del sangue. Lo studio è stato portato a termine lavorando su campioni di piccoli pazienti nel cui sangue erano state notate particelle di molecole Rna Non Codificante, solitamente un marcatore chiarissimo della presenza del tumore. Ci si è domandati allora perchè non provare a puntare su questo fattore per evitare ai bimbi fastidi più lunghi e più pesanti? La prova ha confermato che con questo esame del sangue si può individuare per tempo il neuroblastoma (di diverso tipo), l’epatoblastoma (tumore del fegato) e altri nove tipi di tumore diverso.

Lo studio sarà ufficializzato a breve, intanto però i risultati e le speranze sono più che positivi. L’analisi del sangue, infatti, oltre ad essere meno invasiva di altri metodi permette di controllare immediatamente lo stato di salute del paziente senza dover attendere giorni o settimane, ma solo poche ore. La rapidità, nella cura dei tumori, è la prima e più importante arma e in particolare in quelli infantili che si sviluppano molto rapidamente. Sta per aprirsi una nuova era nella diagnostica dell’oncologia infantile? Tutti si augurano di sì, e che sia l’ultimo passo verso una vittoria finale.

admin

x

Guarda anche

Una “buona” cura preventiva per l’infarto? Lo yogurt

Mangia yogurt e campa cent’anni. O per lo meno, se ti ammalerai, non sarà per ...

Condividi con un amico