Home » Benessere » L'influenza viaggia in aereo grazie a uno starnuto

L'influenza viaggia in aereo grazie a uno starnuto

Tre virus al prezzo di uno! L’influenza stagionale di quest’anno sarà molto variegata, non grave -a quanto dicono le fonti- ma altamente contagiosa. Insomma, nessun allarmismo ma sicuramente moltissimi italiani a letto per circa una settimana, tra il periodo di Natale e marzo. E questo perchè per trasmetterla basta veramente poco: uno starnuto!

Uno starnuto in un luogo pubblico e sono a rischio decine di persone in una volta sola, perchè il contagio avviene per via aerea. Lo ha spiegato una società specializzata nei sistemi di areazione degli aeroplani, la ANSYS, la quale ha presentato una simulazione computerizzata del movimento dell’aria dentro l’intero corpo dell’aeromobile. Se quell’aria fosse viziata da germi o da virus, questi girerebbero per tutto l’ambiente e verrebbero respirati da tutti.
Naturalmente sarebbero più a rischio le persone sedute vicino al malato, ma in generale tutti i passeggeri. Dopo un semplice starnuto, infatti, le particelle espulse galleggiano nell’aria e se ci sono sistemi di areazione che le risucchiano e le diffondono, viaggiano anche più lontano. L’ideale sarebbe di predisporre gli aerei di sistemi di rinnovo dell’aria o comunque di invitare i passeggeri, soprattutto per i lunghi tragitti, a viaggiare con mascherine sul viso per precauzione. Ripetiamo che l’influenza di quest’anno non è particolarmente grave, dunque non c’è da avere troppa paura, ma per evitare il fastidio della febbre è sempre meglio essere prudenti.

admin

x

Guarda anche

Vino, a rischio la vita con 5-6 bicchieri a settimana

Bere più di 5-6 bicchieri di vino a settimana mette a rischio la salute.  L’allarme ...

Condividi con un amico