Home » Benessere » Allergie "da animali" in aumento

Allergie "da animali" in aumento

Amate gli animali e non potete farne a meno? Rifornitevi di farmaci antiallergici perchè cambiano le bestiole da compagnia e con esse cambiano le forme di allergia. Per gatti e cani si sapeva già, e si sa che esistono medicinali appositi che riescono ad arginare il problema ma ormai non sono solo gatti e cani gli animali che vivono insieme a noi.

Uccelli, conigli, criceti, tartarughe e altri rettili sono una novità, non sempre sana... soprattutto per gli animali esotici, spesso introdotti contro la legge. Ma oltre ai problemi legali, queste nuove compagnie portano nuovi tipi di allergie delle quali si è discusso a Genova, durante il congresso “Highlights in Allergy and Respiratory Diseases”, al quale è intervenuto anche Giovanni Passalacqua del Dipartimento di Medicina Interna e Specialità Mediche di Genova.
Le allergie causate dalla vicinanza degli animali vanno dalla classica asma alla retinite, da irritazioni della pelle a problemi anche molto più gravi che comportano ricoveri ospedalieri. Il gatto continua ad essere l’animale più pericoloso, quanto ad allergie, anche perchè è indipendente e va a visitare molti posti fuori di casa, portando dentro di tutto. Segue il cane, ma anche animali come il cavallo o il criceto stanno cominciando a dar problemi ai loro padroni. Cosa fare allora? Liberarsi degli animali oppure curarsi e sottoporsi per sempre a uso di farmaci e controlli periodici. A volte possono funzionare anche i vaccini, ma non in tutti i casi.

admin

x

Guarda anche

Vaccini: come superare paure dei bambini

È molto comune tra i bambini la paura di sottoporsi ai vaccini. Come è noto, ...

Condividi con un amico