Home » Benessere » Ecco la "scuola online" per i bambini in ospedale

Ecco la "scuola online" per i bambini in ospedale

Ci sono bambini che non possono andare a scuola ma vorrebbero tanto. Incredibile? No, se si pensa che sono bambini ricoverati in ospedale, che per forza di cose devono star lontani da aule e maestre, ma soprattutto dai compagnetti di scuola. Un disagio che si unisce a quello della malattia e che spesso li isola. Per fortuna ormai la tecnologia si muove anche per loro, soprattutto per loro. Come l’esperimento che si sta portando avanti in alcuni ospedali pediatrici, a Roma e in altre regioni italiane (Abruzzo, Umbria, Basilicata, Lombardia).

Il bambino malato si collega con un monitor e grazie all’aiuto di un tablet può interagire con la propria classe, ovunque essa si trovi. Naturalmente anche le maestre dovranno usare questo mezzo. Il progetto SMART FUTURE ha previsto, ad esempio, vere e proprie classi formate solo da bambini ospedalizzati o da bambini malati, isolati presso le loro case, collegati online con la scuola dell’ospedale. Le maestre saranno insegnanti speciali che collaborano con i medici nell’ambiente ospedaliero o al di fuori di esso e che, insieme ai piccoli alunni, creeranno un gruppo di studio unico e funzionale. Tutto avviene elettronicamente, anche i voti e le pagelle che saranno archiviate nel tablet.

Man mano che prosegue la digitalizzazione della scuola elementare, anche le classi normali potranno usufruire di questo mezzo per comunicare con i bambini che devono assentarsi per via di qualche malattia. Uno strumento prezioso perchè permette al piccolo malato di sentirsi ancora attivo e vivo, gli permette di avere relazioni sociali con gli amici di scuola (o con gli amichetti dell’ospedale) e gli permette di non perdere nozioni preziose. Per un bambino malato, lo studio è un diversivo potente quanto il gioco e pur di non pensare alla sofferenza e alle cure, si può anche imparare ad amare la scuola. L’esperienza è importante anche per le maestre che vivono così un modo di insegnare particolare e per molti versi emozionante.

admin

x

Guarda anche

Psicologia: ecco come “insegnare” le emozioni ai bimbi

  Brutto da dire, ma di questi tempi le emozioni “vanno insegnate”. Un tempo bastava ...

Condividi con un amico