Home » Benessere » Dalla Corea arriva la "pelle artificiale" che sente col tatto

Dalla Corea arriva la "pelle artificiale" che sente col tatto

I ricercatori dell’Università di Seul in Corea sono riusciti a completare l’opera delle protesi agli arti superiori. Protesi che esistono ormai da tempo, ma che rimangono finte, sebbene mosse ormai da impulsi computerizzati. Quel che mancava erano le sensazioni e oggi ci sono pure quelle. Ciò che hanno creato i coreani è una pelle artificiale in grado, però, di percepire il calore e la sensazione di umido. Una rivoluzione davvero unica, in questo campo di ricerca.

Costituita da nano-nastri di silicio e attraversata da sensori, la “pelle” ha anche degli elettrodi che possono stimolare la trasmissione nervosa e comunicare col cervello. La persona che indossa questo guanto speciale sulla protesi potrà così “sentire” il mondo intorno attraverso il tatto, come se avesse una mano vera. Finora si è provato in tanti modi a ottenere questo risultato, ma solo ora ci si è riusciti grazie a questo prodotto elastico ideato dai coreani. La prova è giunta dai primi test che hanno visto alcuni volontari provare la “pelle artificiale” su superfici calde, fredde, umide o asciutte senza guardare cosa stavano toccando. E tutti hanno riferito di sentire le sensazioni giuste nel momento giusto. Le prospettive si presentano più che rosee per le persone che hanno subito amputazioni o che, per qualche malattia, non provano più sensazioni a livello del tatto.

admin

x

Guarda anche

Enzima per caso … però “mangia” la plastica

Questi scienziati che letteralmente “giocano” con la materia, manipolandola e trasformandola a loro piacimento, diciamo ...

Condividi con un amico