Home » Benessere » Si torna a parlare di Aviaria

Si torna a parlare di Aviaria

All’appello mancava solo lei, l’Aviaria. Un’altra di quelle malattie che, di tanto in tanto, torna a far parlare di sé. Stavolta in Giappone, dove dalla scorsa primavera si registrano casi sporadici ma dopo l’ultimo in ordine di tempo, in una fattoria della prefettura di Miyazaki, le autorità hanno deciso di uccidere 42.000 polli.

I contagiati stavolta sono stati due in meno di un mese, allarme che ha fatto muovere il Governo per una soluzione rapida almeno del sospetto focolaio. Nella zona di Miyazaki in effetti erano già morti molti polli e il contagio umano ha confermato i sospetti: è Aviaria. Ma il problema non riguarda solo il Giappone, perchè anche la Germania aveva fatto registrare un caso di Aviaria due settimane fa: si trattava di un allevamento di pollame della Bassa Sassonia decimato in parte dalla malattia e in parte dalle decisioni di uccidere tutti gli animali per prevenzione.

L’Italia aveva avuto un caso confermato in alcuni animali di un allevamento di Rovigo. Nessuna trasmissione all’uomo, stavolta, ma per sicurezza anche qui l’allevamento è stato chiuso e l’abbattimento degli animali malati avviato, con relativa disinfezione di quelli rimasti in vita. Si tratta comunque di gravi perdite per l’economia, sia dei singoli allevatori che dei Paesi, soprattutto in Giappone dove la carne di pollo si consuma più che quella rossa.

admin

x

Guarda anche

Giornata Mondiale Contro il Cancro Infantile: servono cure mirate

Ogni tre minuti nel mondo un bambino muore di cancro. In occasione della XVI Giornata ...

Condividi con un amico