Home » Benessere » Il bambino dorme poco? A letto prima delle nove

Il bambino dorme poco? A letto prima delle nove

I bambini che nascono oggi, dormiranno un’ora meno di quelli nati a inizio Novecento. Un’ora di sonno in meno accumulata man mano che cambiano usi e costumi e che si permette ai figli di far ciò che vogliono anche con il tempo del loro riposo. Forse è una conseguenza di una evoluzione della specie, ma in linea di massima sembra invece un problema da combattere. Perché un bambino che dorme poco e male diventa un adulto nevrotico.

Sono tre le cause principali della nuova “insonnia” infantile: i troppi compiti e impegni a scuola e fuori, lo spostamento dell’ora di cena, il permesso di seguire programmi anche fino a mezzanotte. Un problema che riguarda i bambini di tutto il mondo, soprattutto nei Paesi ricchi, e che negli Stati Uniti vorrebbero risolvere posticipando gli orari scolastici. Non più 8-15 ma 9,30-16,30. Una soluzione che non piace affatto agli europei, né ai medici né ai genitori.

I genitori non saprebbero come accompagnare i figli a scuola, dato che iniziano a lavorare molto prima delle nove, i medici invece battono sull’orario migliore per la salute del cervello del bambino. E quell’orario sono le nove, ma di sera. I piccoli devono andare a dormire a quell’ora, o meglio, anche prima. Solo così avranno i ritmi giusti per riposare come si deve e affrontare la giornata al meglio delle potenzialità. Il film meglio vederlo di pomeriggio, a merenda, magari a puntate. Imparino prima di tutto i genitori, che sono troppo permissivi.

admin

x

Guarda anche

Psicologia: ecco come “insegnare” le emozioni ai bimbi

  Brutto da dire, ma di questi tempi le emozioni “vanno insegnate”. Un tempo bastava ...

Condividi con un amico