Home » Benessere » Contrabbando di farmaci a Napoli. Fermati due stranieri

Contrabbando di farmaci a Napoli. Fermati due stranieri

Se una volta c’era la simpatica e furba Sofia Loren, col suo banchetto di sigarette di contrabbando per le vie di Napoli (dal film “Ieri, oggi, domani”), oggi le cose cambiano. La città partenopea continua a inventare nuovi modi di stupire turisti e passanti e ora c’è anche il “contrabbando di medicinali”. Ma se il teatro del crimine è ancora una volta Napoli, i criminali non sono napoletani.

Un uomo e una donna, quarantenni, originari dell’Ucraina sono stati sorpresi ad un angolo di strada a vendere di tutto: antibiotici, analgesici, decongestionanti nasali, antinfiammatori, antistaminici, ansiolitici e antidepressivi! E se il decongestionante nasale non fa tanta impressione, gli antidepressivi e gli ansiolitici sì, perchè sono farmaci importanti che vanno dosati con oculatezza e solo su suggerimento di un medico esperto. Si tratta comunque di medicinali costosi, che non tutti possono permettersi. Ed è questo che fa il contrabbando, punta sulla disperazione o sul vizio della gente.

Medicine a basso costo, quindi, ma senza alcuna sicurezza. Nessun bollino dell’agenzia italiana del farmaco, nessun foglietto illustrativo, e i due venditori disonesti che si improvvisavano medici e dicevano alla gente come e quanto usare quel farmaco dalla provenienza misteriosa. Un gioco molto pericoloso perchè, come diciamo sempre, il “passaparola” dei medicinali è un rischio altissimo, dato che nessun individuo è uguale all’altro. Un farmaco che fa bene a uno può uccidere un altro. L’unico che può e deve distribuire e consigliare sulle medicine è chi ha la competenza per farlo… un medico o un farmacista. I due contrabbandieri sono finiti in prigione e i medicinali sequestrati.

admin

x

Guarda anche

Vino, a rischio la vita con 5-6 bicchieri a settimana

Bere più di 5-6 bicchieri di vino a settimana mette a rischio la salute.  L’allarme ...

Condividi con un amico