Home » Benessere » L'uovo "dissodato" e la cura per il cancro

L'uovo "dissodato" e la cura per il cancro

Immaginate di lasciar bollire troppo un uovo e di ritrovarvelo sodo. Cosa dareste per poter tornare indietro! Be’, un gruppo di scienziati ci è riuscito. I ricercatori della California University, guidati dal dottor Gregory Weiss, hanno trovato il modo di riportare l’uovo sodo allo stato molle. Una cosa fantastica… fino a un certo punto però. L’uovo “dissodato” infatti non sarà mai più commestibile. In compenso però potrebbe aiutarci a curare il cancro.

L’esperimento ha preso un uovo bollito, già ben sodo, e tramite un procedimento chimico per urea, ne ha dissolto il guscio e centrifugato il contenuto, riportando albume e tuorlo allo stato originario. Tolto in un attimo l’effetto bollitura, le proteine che prima venivano stravolte ritornavano all’ordine iniziale, ma non avevano più le proprietà commestibili. Poco importa, però, perchè tramite questo processo gli scienziati hanno trovato qualcos’altro.

Infatti, durante il test si è capito come si fa a riportare cellule e proteine a uno stato iniziale e si sta pensando di applicare la stessa cosa alle cellule malate. In poche parole, prevenendone l’aggregazione con l’intervento chimico, si impedisce la formazione di masse tumorali oppure, se già formate, le si disgrega! Esperimenti in tal senso erano già stati fatti, in passato, ma il successo ottenuto con l’uovo sodo fa pensare che ora si possano addirittura migliorare. Si sta già pensando di usare questo processo chimico in larga scala per le ricerche mirate sui tumori.

admin

x

Guarda anche

Una “buona” cura preventiva per l’infarto? Lo yogurt

Mangia yogurt e campa cent’anni. O per lo meno, se ti ammalerai, non sarà per ...

Condividi con un amico