Home » Benessere » Il bracciale contacalorie non funziona

Il bracciale contacalorie non funziona

Da qualche tempo va molto di moda in Europa un dispositivo che dovrebbe aiutare chi cerca di seguire una dieta a contare le calorie. Lo chiamano proprio, “bracciale contacalorie” e in molti si fidano del suo responso. Ma una ricerca recente, in collaborazione tra l’americana Iowa State University e l’Università di Bath, ha smontato questo mito.

Secondo i test condotti su un vasto campione di persone che usano il braccialetto, questo dispositivo potrebbe sbagliare il calcolo del 40% in più rispetto alle calorie effettivamente rilevate. C’è sempre una possibilità di errore, che vale per tutti i dispositivi, dal termometro al misuratore di pressione, e che però non deve mai superare un margine ben preciso altrimenti non ha più valore. Se si tratta di pochi decimi, di sfasamenti brevi, nessun problema. Ma una sovrastima di 40% è troppo.
I risultati ottenuti tramite macchinari più professionali, in situazione di sforzo e di riposo, hanno evidenziato l’errore del braccialetto. Per esempio, il braccialetto segnalava calorie bruciate anche in chi usava solo le mani per scrivere sulla tastiera del computer. In realtà questo non succedeva, ma il solo fatto di “muovere” una parte del corpo attivava il software che associava movimento uguale calorie bruciate. Sappiamo bene invece che solo con un esercizio fisico maggiore e continuato le calorie si bruciano davvero.

admin

x

Guarda anche

Come rimediare (senza medicine) alla spossatezza

Spossatezza non è proprio “stanchezza”. Non è quel senso di pesantezza che passa con una ...

Condividi con un amico