Home » Benessere » Infetta la compagna con l'AIDS: "Non volevo perderla"

Infetta la compagna con l'AIDS: "Non volevo perderla"

Una storia d’amore e di morte, ma a senso unico. Non Romeo e Giulietta che scelgono la propria sorte, ma Romeo che la sceglie da solo per entrambi. La storia, apparsa sul Corriere della Sera, sembra la trama di un film ma è drammaticamente vera. Un uomo infetta la propria compagna per sette anni, senza mai dirle che ha contratto l’AIDS, per paura di perderla.

Lui, Stefano Sidoti, conosce la propria compagna nel 2002, vanno a vivere insieme e cominciano la loro vita di coppia. Col tempo lui scopre di essere malato di AIDS ma, troppo innamorato di lei, decide di nasconderle la verità per non perdere quell’appoggio, quella spalla che lo sostiene, quel cuore che batte per il suo. Ma alcuni anni dopo, a seguito di un ricovero ospedaliero di lui, la compagna scopre la verità. L’uomo nega, inizialmente, poi però confessa tutto. E il dramma è che nel frattempo anche la sua compagna ha contratto il virus!

Una storia di ignoranza, più che di amore. Perchè oggi si sa che anche i malati di AIDS, con le dovute cautele e i controlli del caso, possono avere rapporti sessuali ogni tanto. L’uomo avrebbe potuto spiegare alla compagna che potevano continuare a vivere insieme, facendo sesso protetto in modo che il suo virus non entrasse in contatto con lei. Avrebbe potuto decidere lui stesso di usare il preservativo, invece di avere con lei rapporti liberi e non protetti apposta. Oggi Sidoti è stato rinviato a giudizio dal giudice per l’udienza preliminare con l’accusa di lesioni gravissime e insieme a lui dovrà rispondere anche la sua famiglia (genitori e fratelli) perchè sapevano della sua malattia ma non hanno mai voluto metterne al corrente la compagna.

admin

x

Guarda anche

Oggetti erotici, rischio altissimo soprattutto per le donne

Sorpresa… le ragazze italiane lo fanno spesso. E lo fanno da sole, e molto volentieri! ...

Condividi con un amico