Home » Benessere » Una risonanza magnetica che "cattura" l'amore

Una risonanza magnetica che "cattura" l'amore

Il team di ricercatori della cinese University of Science and Technology annuncia al mondo che non solo l’amore è più concreto di quanto crediamo ma che si può addirittura osservare e misurare, come si fa con una qualsiasi malattia del corpo. Basta una risonanza magnetica, magari quella un po’ speciale messa a punto dai loro laboratori, per quantificare e visualizzare il sentimento dell’amore! Brutto colpo al romanticismo, senza dubbio. Ma indagine interessante.

Prima di arrivare a tali conclusioni, i ricercatori cinesi hanno analizzato un campione di 100 soggetti, monitorando l’attività dei loro neuroni mentre erano innamorati e mentre si lasciavano col partner, ma anche durante momenti meno sconvolgenti della loro vita. Mettendo tutto insieme si è potuto ricostruire “fisicamente” il sentimento dell’amore nel cervello umano. Quando siamo nel pieno dell’innamoramento, nel nostro cervello si attivano 12 aree distinte e separate che però si legano tutte alla produzione di neurotrasmettitori come ossitocina, dopamina, vasopressina.

Sono questi gli interruttori che attivano il desiderio, l’eccitazione, la gratificazione e lasciano una traccia evidente che i macchinari riescono a catturare senza alcun problema. Grazie a queste conoscenze, con una risonanza magnetica ben fatta si potrà capire quali aree del cervello sono interessate quando proviamo determinate sensazioni e capire quindi se si tratta di vero amore oppure no. Insomma, se ci sentiamo euforici e fortemente attratti da una persona, ma nessuna delle 12 aree del cervello si attiva, saremo sicuri che si tratta di una passione passeggera e che non dovremo farle proposte di matrimonio! Qualcuno sta già pensando di usare questa “prova scientifica” nelle cause di divorzio, mentre l’umanità perde ancora un poco di quella magia che ci faceva impiegare mesi di curiosità per capire se ci piaceva l’altra persona. Oggi anche questo è affidato all’occhio freddo di una macchina.

admin

x

Guarda anche

Enzima per caso … però “mangia” la plastica

Questi scienziati che letteralmente “giocano” con la materia, manipolandola e trasformandola a loro piacimento, diciamo ...

Condividi con un amico