Home » Benessere » Vinse il mondiale con la flebite: sotto accusa maresciallo italiano

Vinse il mondiale con la flebite: sotto accusa maresciallo italiano

Probabilmente non si farà mai davvero il carcere, e in cambio pagherà in denaro il suo comportamento ingiusto e illegale. Roberto Ambrosi, maresciallo dell’Aeronautica, è stato accusato dal giudice del Tribunale Militare di Verona di aver finto una malattia, anche abbastanza seria, per allenarsi allo scopo di vincere il mondiale di Mountain Bike.

Ambrosi, solitamente, lavora presso il terzo reparto manutenzione veicoli di Sant’Angelo, nel trevigiano, ma ultimamente era sparito dal suo posto di lavoro portando come giustificazione lo sviluppo di una malattia piuttosto seria: la flebite. La flebite è l’infiammazione di un vaso sanguigno che porta gonfiore, arrossamento e forti dolori. Di solito, ma non sempre, segue un evento di trombosi. E il maresciallo avrebbe parlato proprio di questo problema, al medico dell’Aeronautica che ha scritto la diagnosi.

A quanto risulta dagli esami, per un periodo Ambrosi ebbe veramente una gamba gonfia e curò un problema vascolare, che però poi si sarebbe risolto. Solo che lui non informò più il medico della guarigione, ma si prese settimane di riposo … durante le quali avrebbe invece seguito allenamenti durissimi e partecipato al mondiale di Mountain Bike, vincendolo per giunta! Nonostante la bravura e il prestigio di avere un campione tra le proprie fila, però, l’Aeronautica ha deciso di sospendere il maresciallo da tutti i suoi incarichi e oggi rischia anche di essere degradato a soldato semplice. E mentre la difesa respinge tutte le accuse e parla di ricorrere in Appello, rimane l’amaro di una storia che ancora una volta vede il lavoro passare in secondo piano, come se non valesse nulla rispetto alle glorie personali.

admin

x

Guarda anche

Vino, a rischio la vita con 5-6 bicchieri a settimana

Bere più di 5-6 bicchieri di vino a settimana mette a rischio la salute.  L’allarme ...

Condividi con un amico