Home » Benessere » Autismo: si potrà individuare con l'analisi dello sperma

Autismo: si potrà individuare con l'analisi dello sperma

Autismo malattia di origine genetica? Sempre più risposte della scienza puntano in questa direzione, scagionando i “vaccini”, le influenze ambientali e l’inquinamento. Oggi una ulteriore conferma verrebbe da uno studio della Johns Hopkins University i cui ricercatori avrebbero scoperto un collegamento tra il DNA presente nello sperma e alcune varianti della malattia. Finora si era sempre puntato sui geni in se stessi, ma la Johns Hopkins ha deciso di indagare ciò che regolamenta i geni stessi.

Per capire l’autismo bisogna cercare di capire cosa succede prima che la malattia si manifesti, anche solo a livello genetico, e su questo hanno focalizzato l’attenzione i ricercatori americani. Analizzando i cosiddetti “tag” epigenetici sul DNA dello sperma di 44 padri coinvolti in uno studio che nulla aveva a che fare con l’autismo, sono venuti fuori dettagli che lasciavano pochi dubbi. Veniva raccolto lo sperma di questi uomini quando le loro mogli erano appena all’inizio di una gravidanza e dopo un anno dalla nascita del bambino venivano confrontati i dati raccolti con quelli della madre, durante la gestazione, e con quelli del piccolo. Studiando anche il genoma e allargando la ricerca a un campione più vasto, con una serie di confronti diretti, sono stati individuati 193 diversi punti in comune con la scala di misurazione per l’autismo.

Alcuni di questi punti (4 su 10) sono stati individuati anche con la Sindrome di Prader-Willi, una malattia che ha alcune similitudini con l’autismo, ad esempio alcune manifestazioni di sintomi comportamentali. Dunque le probabilità che l’autismo sia trasmesso geneticamente aumentano ancora di più e soprattutto aumenta la convinzione che la malattia si possa individuare molto prima che si manifesti, analizzando appunto lo sperma del padre. In tal modo gli studi coinvolgeranno sicuramente molte più famiglie e forse torneranno in gioco i fattori ambientali, come si pensava prima, ma stavolta messi in relazione ai cambiamenti che avvengono in alcuni soggetti maschili. Cambiamenti che possono trasformare anche il loro sperma.

admin

x

Guarda anche

Ecco il tumore cerebrale più grande del mondo

Portare dentro il cranio una massa anomala di oltre un chilo e non saperlo! I ...

Condividi con un amico