Home » Benessere » Il morbillo fa paura, ma si combatterà con un cerotto

Il morbillo fa paura, ma si combatterà con un cerotto

Lo spauracchio del XXI secolo è il morbillo. Una malattia che, secondo le statistiche di alcuni anni fa, nel 2013 doveva essere addirittura sparita dalla faccia della Terra è tornata a far paura per due importanti fattori: il primo, il nuovo mescolamento delle razze che porta persone non vaccinate a trasmettere le malattie esantematiche in Europa e America; secondo, l’assurda “paura dei vaccini” di molti genitori che ha fatto sì che il morbillo, invece di sparire, sia oggi la malattia dominante.

Dominante e pericolosa. Perchè le sue conseguenze, una volta cadute le “bollicine”, sono pesanti e durature nel tempo. In alcuni soggetti, soprattutto adulti, può anche essere mortale. Per combattere il morbillo e le altre malattie contagiose non c’è altra via d’uscita se non i vaccini. Attualmente esistono in forma di iniezione, con i dovuti richiami a seconda delle età. Ma presto, l’odiatissimo ago potrebbe essere sostituito da un mezzo molto meno doloroso: il cerotto. Il GIT di Atlanta (USA) sta mettendo a punto proprio in questi giorni il vaccino del futuro, che servirà principalmente contro il morbillo.

Si tratta di un cerotto dotato di migliaia di minuscoli aghetti. Applicandolo la persona sente solo un leggero bruciore, come dopo che ci si è grattati. Intanto, però, gli aghetti di polimero e zucchero, inietteranno il vaccino in corpo. Finita la missione gli aghetti saranno assorbiti dal corpo stesso e finito questo il cerotto si staccherà da solo. Facile e adatto per i bambini, potrà anche essere accessibile in zone remote del pianeta, dove non sempre arrivano le siringhe e i farmaci in boccia. L’idea è quella di diffondere il vaccino ovunque, in modo rapido e semplice, proprio per combattere la cultura della “paura” e per fermare la malattia in qualsiasi parte del mondo si presenti. Se tutto va bene la sperimentazione inizierà nel 2017. Fino ad allora, siringa in mano…. e VACCINATE I VOSTRI FIGLI. Col morbillo del XXI secolo non si può più scherzare.

admin

x

Guarda anche

Morbillo: pericolo grave che l’Europa non capisce

Inizia con febbre alta, tosse e difficoltà respiratorie… tanto che può essere scambiato per influenza. ...

Condividi con un amico