Home » Benessere » Mangiatori di tutto il mondo, oggi è il No Diet Day

Mangiatori di tutto il mondo, oggi è il No Diet Day

Mangiatori di tutto il mondo, oggi è la vostra giornata. Si celebra il 6 maggio di ogni anno da 25 anni il NO DIET DAY, il giorno contro la dieta, inventato da una ex anoressica canadese, la signora Mary Evans Young. L’idea le è venuta dopo la propria drammatica esperienza, ma anche dopo le testimonianze che ha raccolto in giro, inclusa quella di una adolescente che si è suicidata per le prese in giro sul suo peso. E’ davvero necessario che ognuno di noi si sottoponga a sacrifici enormi per entrare in un paio di jeans?

Decisamente no, soprattutto se la dieta diventa fissazione e alla fine anche malattia. Ma attenzione, questo non significa che oggi ci si può abbuffare oppure che le diete sono sbagliate e bisogna darsi alla pazza gioia. Il “No Diet Day” si impone invece di informare relativamente a un’alimentazione sana e giusta, ovvero nè troppa nè troppo poca, in modo da prevenire i disturbi dell’alimentazione che portano anche alla morte. E per “disturbi dell’alimentazione” non si intendono solo quelli che fanno dimagrire, come anoressia e bulimia, ma anche l’obesità.

La giornata di oggi, quindi, è un invito alla salute che fa rima con moderazione. Sempre. Così come fa male mangiare solo carne, fa altrettanto male mangiare solo verdure. Fa male il mangiar troppo così come fanno male le diete severe. Alcuni suggerimenti utili: basta bere una bibita zuccherata in meno al giorno, diminuire la quantità di pane, muoversi dieci minuti in più rispetto al normale per avere un metabolismo sano e funzionante, senza bisogno di privarsi di nulla, senza bisogno di cadere nella trappola della “linea a tutti i costi”. La giornata contro le diete è anche la giornata contro la sedentarietà e saranno molti oggi i consigli su come fare per gestire al meglio l’alimentazione.

admin

x

Guarda anche

Una “buona” cura preventiva per l’infarto? Lo yogurt

Mangia yogurt e campa cent’anni. O per lo meno, se ti ammalerai, non sarà per ...

Condividi con un amico