Home » Benessere » Ossido di azoto "motore" del cancro al colon: fermandolo si blocca il male

Ossido di azoto "motore" del cancro al colon: fermandolo si blocca il male

I ricercatori della Università Cattolica di Roma hanno scoperto qualcosa che potrebbe aiutare le nuove terapie per la cura del cancro al colon. Questa malattia è uno dei tumori più diffusi, soprattutto tra gli uomini, e sebbene oggi non sia per forza con esito mortale a volte determina una asportazione dell’intestino che comunque invalida la vita di chi ne soffre. Le terapie finora non erano state mirate, ma oggi qualcosa potrebbe cambiare.

Sarebbe l’ossido di azoto (NO) una delle cause principali della comparsa di questo tipo di cancro. Questa molecola, infatti, aiuta le cellule malate ad alimentarsi e a crescere. In particolare, le cellule staminali delle persone con questo male producono altissime quantità di ossido di azoto e dunque la malattia si alimenta di se stessa, in un certo qual modo. E di conseguenza non si ferma. Per esserne certi occorreva una controprova: e difatti, una volta bloccata la produzione di NO, la massa tumorale si arrestava immediatamente.

L’ossido d’azoto è un radicale libero prodotto dall’enzima iNOS, mediatore delle forme di infiammazione del colon che può favorire la loro trasformazione in tumori. Questo apre già nuove prospettive importanti, ovvero: chi soffre di patologie infiammatorie deve controllare se ha in corpo questo enzima. Se ce l’ha, il rischio che la patologia diventi cancro è alto e dunque deve subito correre ai ripari. La possibilità di capire per tempo il cancro al colon tramite il NO permetterà non solo terapie mirate e precise ma anche una prevenzione più diretta e completa. Cade la teoria che fossero, invece, i macrofagi, presenti nei siti infiammatori, la principale fonte nutritiva del tumore al colon. Si riparte da zero, ma è uno “zero” che contiene una soluzione più decisa che mai.

admin

x

Guarda anche

Ecco come il dottor Nicola ha salvato Lia da una sindrome rarissima

Il genio non deve essere per forza una persona che riesce a creare capolavori ogni ...

Condividi con un amico