Home » Benessere » Salute anziani: non riconoscono i gusti e rischiano avvelenamento

Salute anziani: non riconoscono i gusti e rischiano avvelenamento

Le persone con 65 anni o più, oggi nel mondo sono 600 milioni su 7 miliardi, un numero ancora basso ma destinato a crescere al punto che nel 2050 avremo tre persone su dieci sopra i 70 anni di età. Questo comporta cambiamenti, sia nel modo di gestire la società sia nelle spese mediche. Soprattutto nel campo della salute occorrerà fare molta attenzione.

Le persone anziane hanno un gran bisogno di nutrirsi bene e in modo sano ed equilibrato, ma allo stesso tempo perdono col tempo il senso del gusto e dell’olfatto, al punto che non distinguono bene i sapori e a volte esagerano con sale e zucchero. Inoltre, a causa della perdita di questi due sensi e della distrazione tipica dell’età, non sono rari i casi di anziani che consumano cibi scaduti, rischiando l’avvelenamento. C’è poi il problema, sempre più serio, degli anziani poveri e soli che non potranno gestirsi autonomamente e rischiano di fidarsi di cibi poco raccomandabili.

Tutto questo quadro per dire che, se siamo consapevoli dell’invecchiamento della popolazione, dovremmo essere consapevoli anche di come aiutarla. Gli anziani che sono seguiti -da familiari, strutture, amici o vicini di casa- rischiano sempre meno di quelli abbandonati a se stessi, quindi la cosa migliore sarebbe quella di facilitare l’assistenza. Governi e società dovrebbero adeguarsi alle nuove esigenze di questa popolazione più debole e per lo meno aiutarla a vivere gli ultimi anni serenamente, al sicuro da pericoli alimentari e fisici.

admin

x

Guarda anche

Ecco alcuni consigli per usare bene la Curcuma

Anti infiammatoria, anti tumorale, protettiva del sistema immunitario … buona. Ecco molti dei vantaggi e ...

Condividi con un amico