Home » Benessere » E il parroco disse: "Ho la cura contro l'omosessualità!"

E il parroco disse: "Ho la cura contro l'omosessualità!"

L’omosessualità da diverse parti è stata definita una “malattia”. Lo hanno detto insegnanti, poi sospese, compagni di scuola, poi puniti, ma anche alcuni genitori che vivono un rapporto difficile con i figli e le figlie gay. Quel che non quadra è che l’omosessualità viene definita “malattia” da tutti tranne che dalla scienza!

Per la medicina e per la scienza in generale, infatti, la passione e l’attrazione verso persone del proprio stesso sesso è una “tendenza”, ovvero qualcosa di innato che si sviluppa insieme alla persona fin dalla nascita. Potete chiamarla “anomalia” (dato che l’omosessualità non porta alla riproduzione) ma non malattia, perché gay non si “diventa”, si nasce. Non è così secondo don Carlos Aguilera, un parroco che vive e opera nella città di Saltillo, capitale dello stato messicano del Coahuila. L’uomo di recente ha dichiarato dal pulpito che sì, l’omosessualità è una malattia “E io so come curarla!”

Il segreto è tutto nell’omeopatia! La medicina naturale, basata sulla forza curativa delle piante, delle sostanze esistenti in natura senza contaminazioni chimiche, la cosiddetta “medicina alternativa” avrebbe il “potere di curare l’omosessualità”. Don Aguilera ne è certo, dato che lui stesso, con alcune famiglie della sua parrocchia, avrebbe portato avanti “la cura” e con discreto successo. In particolare, si deve cominciare a usare la cura omeopatica su soggetti gay adolescenti… pare funzioni meglio! Parola di Dio …? Forse, ma non di medico!

admin

x

Guarda anche

Vino, a rischio la vita con 5-6 bicchieri a settimana

Bere più di 5-6 bicchieri di vino a settimana mette a rischio la salute.  L’allarme ...

Condividi con un amico