Home » Benessere » Terapie anti-fumo associate a premi in denaro: funzionano

Terapie anti-fumo associate a premi in denaro: funzionano

Non puoi vincerlo? Allora, fattelo amico. Dice così un vecchio detto che nel caso dei fumatori è molto difficile da applicare. Quelli più accaniti, tra loro, sono difficili da “vincere” e certo non accettano di diventare amici di qualcuno che predica sempre quanto il fumo faccia male. Ma se si tentasse la carta della… “corruzione”?

E’ quel che stanno sperimentando negli Stati Uniti dove uccide più il fumo che l’incidente stradale. L’ultima novità riguarda una sperimentazione su 2.500 fumatori incalliti portata avanti per 6 mesi. A un gruppo veniva chiesto di pagare 150 dollari come fondo cassa che sarebbero stati restituiti a fine esperimento insieme ad altri 650 dollari di premio; ad altri veniva offerto il tutto gratis con la promessa di un premio (800 dollari) finale. Le terapie offerte erano comunque molto valide, utili ed esaustive per entrambi i gruppi allo stesso modo.

A parità di cura, però, “guarivano” prima e meglio i fumatori che dovevano lasciare una cauzione di 150 dollari piuttosto di quelli gratuiti con premio finale. Come se lasciando dei soldi “che fruttano” ci sia più impegno nel completare la sfida, rispetto al semplice premio finale. Ma è anche vero che lo studio è incompleto, infatti molte persone -sapendo di dover pagare- si sono ritirate dal progetto. Negli USA l’esperimento sta continuando con offerte di buoni sconto, di premi per le donne che smettono in gravidanza e così via. Pare che comunque la promessa dei soldi attiri. Questa ricerca interessa soprattutto noi italiani, dato che in 11 milioni, nel nostro Paese, non riescono a smettere di fumare nemmeno dopo le cure.

admin

x

Guarda anche

Vino, a rischio la vita con 5-6 bicchieri a settimana

Bere più di 5-6 bicchieri di vino a settimana mette a rischio la salute.  L’allarme ...

Condividi con un amico