Home » Benessere » Per vivere meglio, iniziamo a lavorare alle 10

Per vivere meglio, iniziamo a lavorare alle 10

Lo dice Oxford, la scuola deve iniziare dopo le 10 del mattino. Saranno felici i ragazzi di saperlo, non tanto invece i loro genitori che non potranno più accompagnarli e controllarli… a meno che, il discorso non valga pure per loro. Infatti, lo studio inglese, culminato col progetto “Teensleep”, in realtà analizza tutti, anche gli adulti, e la capacità di produrre pare sia tardiva per chiunque, non solo per i giovanissimi.

Alzarsi all’alba per essere in ufficio, al cantiere o a scuola alle 8:30 non fa bene a nessuno. Il cervello, infatti, pare impieghi un certo tempo per ricominciare a “carburare” e se si dorme poco, se si fanno le ore piccole, quel certo tempo aumenta. Dunque, anche se siamo operativi sul posto di lavoro, in realtà lavoriamo e studiamo male. L’ideale sarebbe iniziare la giornata produttiva alle 10:00 del mattino. In Inghilterra sono così sicuri di questo che già dal prossimo anno partirà un nuovo orario in alcune scuole del Regno, per recuperare quelle due ore di sonno in più che sono un “vero problema sociale”.
Il dubbio rimane sulle motivazioni di base. Iniziare la scuola o il lavoro più tardi per permettere alla gente di andare a letto a mezzanotte o alle 2:00. Sarebbe forse più salutare il contrario, abituarci a dormire più presto la sera per essere operativi alle 8:00! Ma ormai non si può fare, il mondo vive anche di notte e i rumori -dentro e fuori casa- ci impedirebbero di assopirci. Allora ritardiamo l’inizio del lavoro e regaliamoci più sonno, per recuperare attività cerebrale e, con essa, quella fisica.

admin

x

Guarda anche

Baby brain, gravidanza affatica la mente

Baby brain, quando la gravidanza affatica la mente. Seppure non se ne conoscano ancora le ...

Condividi con un amico