Home » Benessere » Soluzione giapponese rende il cervello trasparente

Soluzione giapponese rende il cervello trasparente

Potremmo chiamarli “superman”, i ricercatori giapponesi guidati dal professor Atsushi Miyawaki del Riken Brain Science Institute che hanno scoperto un nuovo modo di guardare DENTRO il cervello umano. Il cervello è un organo misterioso sia perché è difficile interpretare i suoi comportamenti, sia perché difficile da scrutare. Alcune patologie si formano nelle profondità e un chirurgo non può scavare più di tanto nella materia grigia.

Il nuovo metodo giapponese invece pare abbia superato diversi ostacoli materiali. Si chiama SCALEs ed è una soluzione di urea e sorbitolo che modifica, senza danneggiare, la consistenza dei tessuti e se versata su una parte del cervello può renderlo trasparente senza distruggerlo! Ciò significa che, se versata su campioni di tessuto cerebrale, questa consente di osservarlo nelle profondità ma senza corroderlo e renderlo inutilizzabile. Provata sui topi per cinque anni, dopo diversi test fallimentari, finalmente si sono trovate le sostanze e le dosi giuste per ottenere questo effetto “magico”.

Usando SCALEs in combinazione con una sostanza fluorescente, i ricercatori hanno potuto analizzare il cervello di pazienti morti per Alzheimer. Una volta reso il cervello trasparente, essi seguivano la scia luminosa della fluorescenza e sono arrivati a scoprire -per esempio- che le placche di beta amiloide non sono isolate ma mostrano associazioni con le cellule microgliali, una cosa mai vista prima di ora. I giapponesi hanno dunque raggiunto l’obiettivo prima di altri ricercatori che lavoravano allo stesso scopo, come gli americani di Stanford. Ma poco importa chi “vince la gara”, quel che conta è che abbiamo un valido mezzo in più contro le malattie cerebrali. Non è affatto poco.

admin

x

Guarda anche

Sesso? D’inverno fa bene più che d’estate

I motivi per far sesso non mancano, non bisogna certo affidarsi alla scienza per trovarli. ...

Condividi con un amico