Home » Benessere » Se fumi sei "scemo". Lo spot pesante del governo

Se fumi sei "scemo". Lo spot pesante del governo

Il governo italiano va giù pesante nella sua campagna antifumo e prepara uno spot pubblicitario con protagonista Nino Frassica che, in sintesi, ti fa capire che se fumi sei proprio uno … scemo! Te lo fa capire anche con le parole volutamente sgrammaticate “Sei scemo? Il fumo fammale!” per evidenziare ancora meglio che chi continua ad amare le sigarette è un poveraccio ignorante.

In effetti, in tempi di super informazione, se si continua a fumare si fa proprio finta di non capire o non si capisce affatto che si corre davvero un rischio per la salute. Il fumo porta al cancro, ai problemi di circolazione, è causa di ictus, infarti, problemi respiratori vari e perfino problemi di sterilità! Insistere con questo vizio è da pazzi. O da scemi. Ma impostare tutta la campagna antifumo su quest’ultima parola è davvero molto pesante. Per una serie di buone ragioni che hanno fatto giustamente protestare molte persone.

Primo: non tutti quelli che fumano sono “scemi”. A volte è davvero difficile riuscire a smettere, è una vera e propria malattia e la persona che ne soffre va aiutata, non insultata. Secondo, lo stato italiano ha il monopolio sui tabacchi, vende sigarette e sigari guadagnandone non pochi profitti… quindi come si permette di insultare la gente a cui lui stesso vende quell’arma di morte? Cominci il governo a non fare “lo scemo” e smetta il commercio di sigarette, che in Italia e in Europa causa 700.000 morti all’anno e un milione di persone con la vita rovinata per sempre da qualche sigaretta di troppo.

admin

x

Guarda anche

Vino, a rischio la vita con 5-6 bicchieri a settimana

Bere più di 5-6 bicchieri di vino a settimana mette a rischio la salute.  L’allarme ...

Condividi con un amico