Home » Benessere » Alimentazione: i ragazzi stranieri mangiano meglio

Alimentazione: i ragazzi stranieri mangiano meglio

I nostri ragazzi mangiano male, non conoscono il cibo e non sono seguiti adeguatamente nella loro alimentazione durante la crescita. Sono i dati preoccupanti emersi da «Il Cibo della Mente», presentato a Expo 2015 da alcuni studi condotti dalla Società Italiana di Medicina dell’Adolescenza (SIMA) e dall’Associazione Laboratorio Adolescenza in collaborazione con Coop.

Analizzando 2.153 studenti di terza media nelle loro abitudini alimentari e familiari, si è condotto anche un test con diverse domande relative al cibo che i giovanissimi hanno dimostrato ampiamente di NON conoscere. Le risposte confermano che l’85% conosce (e odia!) la frutta e la verdura, ma in pochissimi sanno cosa sono i legumi e quali benefici portano al corpo. A pranzo e cena si consuma molta carne, molta pasta e il pane, relegando a frutta e verdura uno spazio minimo o del tutto assente. Tanti anche i dolci, consumati a orari variegati e spesso fuori dai pasti.

E per finire si beve tanta acqua minerale, tante bevande gassate e sempre meno vino, ma aumenta un po’ la birra. Ma se lo stile del pranzo italiano è rimasto uguale nel tempo, per i ragazzini, la cena cambia in continuazione e soprattutto diminuisce la varietà di cibi consumati. Ma se i ragazzi italiani sono messi male, gli stranieri che vengono a vivere nel nostro Paese riequilibrano i dati: i bambini con uno o due genitori stranieri mangiano meglio dei nostri, con molta frutta, verdura e legumi e con un attento controllo sui dolci e sul “cibo spazzatura”. Di conseguenza sono più sani e rischiano meno malattie da adulti.

admin

x

Guarda anche

Psicologia: ecco come “insegnare” le emozioni ai bimbi

  Brutto da dire, ma di questi tempi le emozioni “vanno insegnate”. Un tempo bastava ...

Condividi con un amico