Home » Benessere » La misteriosa Sindrome di PANDAS

La misteriosa Sindrome di PANDAS

Una madre ricercatrice a volte può fare la differenza. Lo hanno ampiamente dimostrato i genitori de “L’olio di Lorenzo” che non erano medici di professione, ma la mamma di Federico ricercatrice lo è per lavoro, sebbene non in campo medico ma in campo aerospaziale. La tecnica però è la stessa, non arrendersi mai. E lei non voleva arrendersi alla diagnosi che il suo bambino fosse schizofrenico ad appena 12 anni !

Così è scesa in campo in prima persona e ha scoperto, da sola, che suo figlio schizofrenico non era… ma soffriva di una poco conosciuta malattia, la Sindrome di PANDAS. Il nome è una sigla inglese che sta per Disturbi Neuropsichiatrici Infantili Autoimmuni Associati a Infezioni da Streptococco e se ne parlerà domenica a Como, durante un convegno internazionale dove sarà presentata anche la storia di Federico. Di PANDAS al mondo esistono pochissimi casi, ma ben 150 diverse variazioni della stessa malattia che dunque è difficile da identificare. Almeno 50 di queste variazioni scatenano la patologia che ha Federico.

Una infiammazione del cervello derivata dalla infezione da streptococco, in poche parole, provoca disturbi quali quello ossessivo compulsivo, ansia, depressione, tic motori e vocali. Scambiare questa patologia per schizofrenia è piuttosto comune, però è anche dannoso perché si cura in modo sbagliato. Nel caso del bambino italiano, la malattia era comparsa all’improvviso dopo una banale influenza con mal di gola, che poi si è scoperto essere stata causata dallo streptococco. Un semplice tampone faringeo è bastato a far la differenza e oggi si sa che Federico non ha bisogno dello psichiatra ma di una cura specifica che porti finalmente sollievo alla sua PANDAS e che permetta alla sua storia di dare conforto a tante altre famiglie nel mondo.

admin

x

Guarda anche

Psicologia: ecco come “insegnare” le emozioni ai bimbi

  Brutto da dire, ma di questi tempi le emozioni “vanno insegnate”. Un tempo bastava ...

Condividi con un amico