Home » Benessere » "Lavora con il cuore", prevenzione cardiaca in ufficio

"Lavora con il cuore", prevenzione cardiaca in ufficio

Nel mondo ogni anno muoiono 17,3 milioni di persone, anche giovani, per colpa delle malattie cardio-vascolari. Le previsioni per il futuro sono ancora più nere, si pensa che la cifra arriverà a 23 milioni. Tutto a causa del nostro stile di vita, sempre più stressato, sregolato e privo di attenzioni per la salute al punto che ormai tocca al Governo incoraggiare le iniziative di informazione e di cura, dato che i cittadini da soli non lo fanno.

E in Italia i progetti sono tanti, tra cui uno dei più interessanti è “Lavora con il cuore”, una campagna informativa e di prevenzione indirizzata agli impiegati statali, a chi lavora in ufficio e si sente al sicuro. In fondo, sedere a una scrivania non è come sollevare casse al mercato o allenarsi per i pesi massimi, quindi il cuore è al sicuro. Invece no! Proprio la vita sedentaria, sempre seduti e fermi, è il pericolo peggiore per il muscolo cardiaco. A questo si aggiungano: fumo, dieta sbagliata, scarsa propensione ai controlli medici. “Lavora con il cuore” nasce da un’idea dl Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e invita tutti gli impiegati a sottoporsi a un semplice prelievo di sangue.

Basta punzecchiare un dito con un ago e quelle pochissime gocce di sangue prelevate diranno, per tempo, se ci sono rischi di malattie cardiovascolari in atto. I dati emersi (HDL-LDL, colesterolo totale, trigliceridi, glicemia, ecc.) verranno immagazzinati in un archivio elettronico e cartaceo e ognuno potrà conoscere e avere sempre sott’occhio la propria situazione di salute. Ma controllare la propria salute cardiaca al lavoro non basta. Bisogna farlo anche in casa. E allora il progetto incoraggia a portare anche in famiglia i preziosi consigli: una vita sana, cibo genuino e non grasso, poche o niente sigarette, movimento quotidiano che consista anche nel semplice alzarsi tra un tavolo e l’altro in ufficio, invece di usare il telefono! In più -e questo riguarda i datori di lavoro- impegnarsi per ridurre al minimo lo stress quotidiano.

admin

x

Guarda anche

Inquinamento prima causa infertilità maschile

L’inquinamento è la prima causa dell’infertilità maschile. Gli ultimi dati relativi alla fertilità degli uomini ...

Condividi con un amico