Home » Benessere » La ricerca per tutti: ecco cosa è Citizen Science

La ricerca per tutti: ecco cosa è Citizen Science

Chi l’ha detto che solo i laureati ricercatori possono scoprire la cura di una malattia, un nuovo pianeta o un inedito comportamento degli insetti? In fondo, “l’olio di Lorenzo” fu scoperto dai suoi genitori, gli Odone, nessuno dei due scienziato. In fondo, alcune novità della ricerca medica sono venute da idee di studenti liceali o di universitari. E in fondo, Citizen Science è nata più di cento anni fa proprio per far partecipare i cittadini alla ricerca.

Era il 1900 quando l’ornitologo Frank M. Chapman -come alternativa alla tradizionale e cruenta caccia di Natale- chiese aiuto ai cittadini per creare un censimento delle specie di uccelli protette e di quelle in eccesso in modo da creare un elenco di animali cacciabili e di quelli da salvare. Per la prima volta la gente divenne parte di uno studio scientifico e il presidente americano Obama ha deciso di ricreare quell’evento coinvolgendo seriamente le scuole e le famiglie americane in qualcosa di simile. Tramite un appello lanciato su Twitter, lo White House Office of Science and Technology ha reso noti diversi progetti di ricerca ai quali si può liberamente partecipare.

Un’idea geniale e divertente, oltre che molto educativa, alla quale ha aderito con entusiasmo anche la UE e l’Italia, in particolare, con la creazione di “Schools of Ants”, un progetto coordinato da Cristina Castracani, Alessandra Mori e Donato Grasso del Dipartimento di Bioscienze dell’Università di Parma. Si svilupperà qui da noi il progetto iniziato negli USA, che usa la vita delle formiche come modello di studio sulla biodiversità, anche umana! Chi può partecipare? Anziani e giovani, studenti e casalinghe, l’importante è che siano appassionati e determinati a raggiungere l’obiettivo, lavorando e condividendo in squadra ogni passo.

admin

x

Guarda anche

Enzima per caso … però “mangia” la plastica

Questi scienziati che letteralmente “giocano” con la materia, manipolandola e trasformandola a loro piacimento, diciamo ...

Condividi con un amico