Home » Benessere » Sport per bimbi malati: ecco qualche consiglio

Sport per bimbi malati: ecco qualche consiglio

Alcune malattie croniche non riguardano solo i più grandi, ma anche i bambini. Diabete e asma, per esempio, possono manifestarsi anche nella popolazione di età inferiore a 18 anni. Ma sono tipiche dell’età infantile anche “malattie” legate all’iperattività e alla mancanza di concentrazione. Eppure questi bambini più di altri hanno bisogno di attività extrascolastiche proprio a causa della loro malattia. Quali sono le più adatte?

Secondo i pediatri, per una malattia come il diabete, lo sport migliore in assoluto non esiste. Nel senso che sono tutti molto buoni, sia singoli che di squadra. Basta avvisare gli istruttori della malattia, in modo che sappiano trattare il soggetto con l’attenzione dovuta, e qualsiasi attività motoria è benvenuta, anche perché lo sport riduce il rischio metabolico, cardiovascolare, riduce soprattutto il rischio obesità e aumenta la forza delle ossa. Per i bimbi che soffrono di asma, lo sport migliore è quello aerobico ma svolto al chiuso e in ambienti non troppo polverosi. Sempre consigliato il nuoto, soluzione ideale per chi ha questo tipo di problema.

Se il ragazzino soffre di disturbi dell’attenzione, di mancata concentrazione e iperattività lo sport migliore per lui è quello ricco di movimento come il calcio, il rugby, il basket. Da evitare invece gli sport che prevedono calcoli razionali e lunghi momenti di inattività, come tennis e baseball. Anche lo sport di squadra è buono per questi bambini perché il lavorare in gruppo aiuta la loro mente a concentrarsi sui bisogni del team e ad aprirsi ai compagni.

admin

x

Guarda anche

Psicologia: ecco come “insegnare” le emozioni ai bimbi

  Brutto da dire, ma di questi tempi le emozioni “vanno insegnate”. Un tempo bastava ...

Condividi con un amico