Home » Benessere » OMS, adesso si studia il caffè: cancerogeno pure quello?

OMS, adesso si studia il caffè: cancerogeno pure quello?

La OMS non si ferma. Dopo le analisi sulla carne rossa e i salumi, che hanno decretato la pericolosità di questi prodotti relativamente al cancro e messo in crisi produttori e consumatori di mezzo mondo, adesso sotto tiro c’è il caffè. E se davvero non si sapesse che dietro ci sono studi scientifici si potrebbe pensare a un brutto scherzo, che rischia di minare la fiducia della gente in queste notizie.

Ma tant’è … sta per iniziare l’indagine sul famoso prodotto brasiliano, ormai diffuso in tutto il mondo, e apprezzato da chiunque. La Organizzazione Mondiale della Sanità dovrà stabilire se l’assunzione quotidiana di caffè fa venire il cancro o altre patologie gravi, come ad esempio quelle cardiache. Si analizzeranno le sostanze chimiche usate per trattare le confezioni di caffè, la lavorazione del prodotto originale, la tostatura e così via. Il risultato potrebbe arrivare prima dell’estate 2016.
E se sul discorso carne gli allevatori e i macellai sono già divisi, tra chi è sul piede di guerra e chi se ne infischia allegramente, i produttori di caffè non hanno intenzione di lasciar passare alcuna critica al loro “oro nero”. Tanto più gli agguerriti brasiliani che vedono sotto mira dell’OMS anche il Maté, infuso locale tradizionale preparato con le foglie di un’erba molto diffusa in Sud America. Tra le altre, è la bevanda preferita da papa Francesco! A questo punto ci si domanda davvero a che gioco si sta giocando, se ci sono interessi economici -e non solo scientifici- dietro questi studi. E come dice la saggezza popolare sui social media “Ci avete tolto il latte, la carne, il vino, il caffè… fate prima a dirci di che morte dobbiamo morire e ci uccidete!”

admin

x

Guarda anche

Una fan contro Nadia Toffa: “Forse sul cancro hai esagerato”

Sul “caso” Nadia Toffa -la giornalista delle Iene ricoverata a dicembre per un “malore” e ...

Condividi con un amico