Home » Benessere » Il vostro mese del cuore? Novembre!

Il vostro mese del cuore? Novembre!

Avete un mese del cuore? Se la risposta è no, dovreste scegliere novembre… e dovreste farlo perché proprio in questo mese parte la campagna «Ci sta a cuore il tuo cuore», promossa a livello nazionale da “Apoteca Natura” in collaborazione con SIMG e AMD e patrocinata da FOFI. Lo scopo è quello di attirare ancora una volta e meglio l’attenzione della gente sui problemi cardiovascolari.

Se pensate che se ne parli già troppo, domandatevi come mai queste malattie siano in aumento invece che in diminuzione. Non basta mai, perché il messaggio non viene recepito e occorre tornarci a periodi. La prima edizione si tenne nel 2012 e da allora sono state monitorate e aiutate oltre 65.000 persone in tutta Italia, un terzo delle quali di età inferiore ai 55 anni e in percentuali maggiori per le donne (65%) rispetto agli uomini (35%). Questo significa che i problemi di cuore riguardano tutti, ma in modo prevalente le donne e i giovani in maggior misura rispetto al passato, quando si credeva che questi fossero problemi da vecchi!

Le malattie cardiovascolari sono diffusissime e la prima causa di morte, in Italia. La colpa è sempre più spesso delle nostre cattive abitudini: alimentazione sbagliata, poca attività fisica, eccessi in alcolici e fumo e droghe (anche leggere) ma anche la pressione della vita quotidiana, lo stress, dato non solo dal lavoro ma anche dai troppi contatti web. Apoteca Natura ha pubblicato un manuale per capire i sintomi, perché tanti di noi sono apparentemente sani ma hanno già in corpo dei segnali ben precisi da non sottovalutare mai. Le condizioni cardiache, anche gravi, se scoperte per tempo possono essere recuperate e risolte. Il questionario con cui ci si può controllare è disponibile anche sul sito di Apoteca Natura. E’ completamente anonimo, discreto e sicuro ma permette di capire molto del nostro corpo e della nostra salute.

admin

x

Guarda anche

Inquinamento prima causa infertilità maschile

L’inquinamento è la prima causa dell’infertilità maschile. Gli ultimi dati relativi alla fertilità degli uomini ...

Condividi con un amico