Home » Benessere » Come fare a … NON svenire durante la donazione di sangue

Come fare a … NON svenire durante la donazione di sangue

Si parla molto di donazioni di sangue, oggi, eppure fanno ancora paura a molti. Le scuse più sentite sono “ho paura dell’ago” oppure “ho paura di svenire”. Spessissimo le due cose sono collegate, nel senso che la gente sviene perché si impressiona alla vista dell’ago (più grande del normale) o solo perché pensa che la stanno privando del sangue, la forza vitale assoluta. Lo svenimento in fase di donazione è un problema emotivo, più che fisico. I centri trasfusionali ne sanno qualcosa.

Molto spesso si verifica che in una sala donazioni, già piena e senza problemi, se un donatore sviene a catena si sentono male tutti gli altri, anche se fino a un attimo prima erano tranquilli e sani. In caso di eccessiva emotività il trucco è quello di non guardare l’ago, di pensare ad altro, magari ascoltando musica nell’i-pod. Se il problema è fisico, invece, i medici consigliano un trucchetto che di solito funziona: nei due giorni prima della donazione, bere molta acqua e mangiare salato, così da avere una compensazione di liquidi quando il sangue verrà tolto. Oppure, mentre fate la donazione, giocate a stringere tra le mani una pallina di gomma, un esercizio che pompa sangue e tiene alta la pressione.

Ma di norma, il problema fisico si risolve semplicemente evitando di alzarsi subito dopo la donazione e assumendo la colazione (gratuita e buonissima!) che vi serviranno direttamente a letto. Restate 10 minuti coricati, a mangiare buone cose zuccherate tenendo le ginocchia piegate. E quando uscite, evitate sforzi fisici (usate l’auto, non la bici, non mettetevi a fare le pulizie di casa, non tornate in cantiere o all’allenamento di calcio) e andate direttamente a riposare. In fondo, vi rimborsano un giorno di ferie proprio per questo, per darvi l’opportunità di riprendervi al meglio anche se, va detto, nel giro di poche ore il sangue si rigenera e sostituisce perfettamente quello perduto per cui la debolezza non ha motivo di esistere.

admin

x

Guarda anche

Trapianto tra soggetti incompatibili? Ora si può

Il pericolo maggiore, in un trapianto di qualsiasi tipo, è il rigetto. Può avvenire più ...

Condividi con un amico