Home » Benessere » Campagna di vaccinazione: prima sanzione a un medico

Campagna di vaccinazione: prima sanzione a un medico

Quest’anno non si scappa, lo avevano detto. I vaccini sono la priorità assoluta. E mentre l’influenza comincia a mettere a letto grandi e bambini, la campagna per la vaccinazione promossa dal Governo a tappeto sul territorio comincia a dare i suoi frutti. Le minacce pesanti che si erano sentite in giro (divieto di scuola ai ragazzi non vaccinati, multe ai medici) forse non saranno mai applicate ma qualcosa di simile è già avvenuto, in Puglia.

Presso la ASL di Lecce, infatti, un medico oculista è stato segnalato in quanto pare si rifiutasse sia di vaccinare che di consigliare la vaccinazione ai pazienti. Dalla ASL fanno sapere di aver saputo delle idee di questo dottore da una segnalazione e per cui si è subito provveduto a inviare al medico una sanzione, per ora consistente solo in una lettera di rimprovero. “Abbiamo anche ricordato, al professionista, che la campagna di vaccinazione è un’attività istituzionale che non può essere messa in discussione, tenuto conto che l’efficacia della vaccinazione antinfluenzale è comprovata dalla letteratura scientifica”, hanno detto dalla direzione.

Dal canto suo, il dottore alza le spalle e si difende dicendo che non ha ancora ricevuto tale lettera, per cui non sa di cosa lo si accusi esattamente e non sa come rispondere. Non appena leggerà le motivazioni potrò dire tutto. Ma nemmeno il presidente dell’Ordine dei Medici della regione ha saputo nulla, e dunque non si può agire nei confronti del collega se non prima si avranno delucidazioni. Ricordiamo che non esiste assolutamente il rischio di essere “radiati dall’albo”, ma sono previste delle punizioni -anche economiche- per quei medici che vanno contro la campagna informativa sui vaccini, che è un dovere al quale nessun medico italiano quest’anno può sottrarsi.

admin

x

Guarda anche

Vino, a rischio la vita con 5-6 bicchieri a settimana

Bere più di 5-6 bicchieri di vino a settimana mette a rischio la salute.  L’allarme ...

Condividi con un amico