Home » Benessere » Epatite C, la batteremo in tre anni

Epatite C, la batteremo in tre anni

Lo ha detto il ministro Lorenzin dando voce a tutta la ricerca italiana che ci lavora da tanto tempo: l’obiettivo è quello di eliminare l’epatite C dall’Italia nel giro di tre anni. Un obiettivo ambizioso per una malattia che fa davvero paura, perché devastante e contagiosa. Ma le speranze ci sono e la politica non può tirarsi indietro davanti a una sfida così interessante.

Dice ancora la Lorenzin, che “proprio ieri abbiamo permesso, con un nuovo emendamento alla Stabilità sull’epatite C, di dare maggiore sicurezza nell’erogazione di questo farmaco. Ci siamo impegnati in modo che tutte le Regioni dessero il farmaco a decine di migliaia di persone e così accadrà anche nel prossimo anno”. L’epatite C è una malattia che può diventare mortale per le conseguenze pesanti che ha sul fegato. I farmaci ci sono ma spesso sono sperimentali e molto costosi. Il Ministero della Salute però si sta scommettendo in prima persona per ottenere tutti gli aiuti necessari e con i costi minori in assoluto.

I soldi ci sono, dice il ministro, ora ci vuole solo l’organizzazione. E l’organizzazione non riguarda solo i medicinali ma anche i centri di cura, per questo sono stati approvati i piani di rientro per gli ospedali sull’orlo del fallimento. Una volta sistemati i conti a livello locale, si procede a eliminare quei centri che non rendono in modo da evitare gli sprechi. Anche così si possono seguire e aiutare i malati e se tutto va come previsto, davvero entro il 2019 potremmo vivere l’emozione di aver sconfitto malattie come la epatite C su tutta la linea.

admin

x

Guarda anche

Enzima per caso … però “mangia” la plastica

Questi scienziati che letteralmente “giocano” con la materia, manipolandola e trasformandola a loro piacimento, diciamo ...

Condividi con un amico