Home » Benessere » Attenti al fegato grasso nei bambini

Attenti al fegato grasso nei bambini

I bambini che nascono con la sindrome del fegato grasso crescendo corrono un rischio il 30% maggiore di sviluppare cirrosi epatica e sindrome metabolica rispetto alla media. Lo rivela uno studio dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù pubblicato sulla rivista “Hepatology”. L’obesità è un problema ormai diffuso tra i bambini italiani ed europei, ma se oltre all’aumento di peso sono predisposti al fegato grasso il problema che si pone è doppio.

La sindrome si chiama NAFLD (fegato grasso o steatosi epatica non alcolica) ed è ad oggi la patologia del fegato più diffusa tra gli under 18. In Italia ne soffre il 15% dei bambini ma tra quelli obesi o sovrappeso si arriva all’80%. Tutti quanti a rischio cirrosi o cancro al fegato. Il vantaggio che si ha oggi rispetto al passato, dicono gli esperti del “Bambino Gesù”- è che con degli esami più moderni e accurati possiamo individuare l’inizio del processo infiammatorio e capire per tempo se la cirrosi è in agguato o meno.
Tramite biopsia epatica, l’analisi del tessuto condotta su bambini con questi sintomi in atto permette di evidenziare la malattia in modo chiaro, ma molto fanno anche i marcatori sierici, tramite un semplice esame del sangue. Intervenire per tempo sul problema significa fermare la possibile evoluzione verso malattie molto più gravi e spesso senza cura.

admin

x

Guarda anche

Cattive abitudini mettono a rischio salute denti dei piccoli

Cattive abitudini mettono a rischio la salute dei denti dei più piccoli. A causa di ...

Condividi con un amico