Home » Benessere » Ospedale Cardarelli: centralinisti assenteisti con doppio lavoro

Ospedale Cardarelli: centralinisti assenteisti con doppio lavoro

Avere un posto fisso e non saperselo godere. E’ questo il difetto principale dei (pochi) fortunati che sono assunti presso strutture pubbliche con lo stipendio assicurato. Forse non un gran stipendio, ma se si pensa alla disoccupazione che c’è in giro qualche sacrificio vale farlo… invece no. La ricerca del “di più” ha spinto alcuni centralinisti dell’ospedale Cardarelli di Napoli a cercarsi un doppio lavoro, disertando il primo.

Qualcuno si è accorto presto che invece dei tre centralinisti previsti per ogni turno ne rimaneva in servizio solo uno, il quale spesso faceva anche gli straordinari. E gli altri dov’erano? A fare i camerieri presso strutture ricettive e di ristorazione, arrotondando di parecchio il proprio stipendio. E tra i guadagni esterni, lo stipendio base e gli straordinari che in realtà non espletavano mai le loro entrate superavano i 3.000 euro al mese! Per questo sono scattate le manette per otto persone, accusate di truffa aggravata e continuata.

Ad essere finiti sotto accusa sono stati: R.A. di 56 anni di Mugnano di Napoli, I.S. 59enne di Somma Vesuviana, F.P: 53 anni di Striano, S.C. 60 anni di Napoli, M.A. 56 anni di Giugliano in Campania, V.L. 41 anni di Giugliano in Campania, Q.R. 52 anni di Sant’Antimo, E.A. 63 anni di Sant’Anastasia e G.V. 59 anni di Sant’Antimo. Tutti i centralinisti hanno un’età più vicina alla pensione che alla neo assunzione e questo rende la cosa ancora più assurda, perché così si stanno giocando il posto di lavoro sicuro e anche un possibile pensionamento. Avere un lavoro extra per arrotondare non è un reato, ma questo non deve interferire e bloccare il lavoro principale, soprattutto se effettuato presso una pubblica struttura di degenza.

admin

x

Guarda anche

Cattive abitudini mettono a rischio salute denti dei piccoli

Cattive abitudini mettono a rischio la salute dei denti dei più piccoli. A causa di ...

Condividi con un amico