Home » Benessere » L'ormone-interruttore che ci spegne la fame

L'ormone-interruttore che ci spegne la fame

Un modo unico e definitivo per smetterla di mangiare porcherie e poter finalmente avere quella linea decente e la tanto desiderata salute del corpo? Avere in sé un ormone chiamato FGF21, efficace arma contro il bisogno smisurato di nutrirsi. A quanto pare, secondo degli studi condotti in Texas (USA) sarebbe questo ormone a regolare la nostra sazietà di fronte a cibi e bevande estremamente grasse o golose!

Quando riusciamo a trattenerci dal troppo mangiare diciamo che è merito della nostra “forza di volontà”. Invece il merito è di questo piccolo ormone. In fondo sarebbe troppo facile dare la colpa dei nostri errori solo a una disfunzione e sentirsi così giustificati … ma di base è vero che il nostro corpo viene regolato da spinte ormonali e che un certo sistema di regolazione del metabolismo ci spinge a rifiutare gli zuccheri in eccesso. Nelle persone in cui l’ormone FGF21 è più presente, questo rifiuto avviene prima e meglio e dunque la loro voglia di cibo grasso, come dolci, fritture, bevande alcoliche viene fortemente limitata.

L’ormone FGF21 viene prodotto dal fegato e quando consumiamo molti cibi grassi esso frena l’effetto della dopamina cioè il neurotrasmettitore che induce il cervello a farci provare piacere. Insomma ci fa “perdere l’interesse” nel cibo che stiamo mangiando e così smettiamo di assimilarlo. Usato come si deve, cioè dopo attenta valutazione in laboratorio e sotto forma di farmaco, questo ormone potrebbe diventare un’arma importante contro disturbi cronici come il diabete o come l’obesità e la fame eccessiva. Un’altra informazione importante è che l’ormone FGF21 è associato spesso allo stress da cambiamenti improvvisi e per questo lo si può utilizzare quando tali cambiamenti inaspettati inducono a esagerare col cibo. Una lotta sia psicologica che fisica, nel nome della salute.

admin

x

Guarda anche

Enzima per caso … però “mangia” la plastica

Questi scienziati che letteralmente “giocano” con la materia, manipolandola e trasformandola a loro piacimento, diciamo ...

Condividi con un amico