Home » Benessere » Prima vittima dell'influenza in Puglia

Prima vittima dell'influenza in Puglia

Nessun allarmismo, anche se il titolo può far paura. In Puglia, l’influenza del virus H1N1 ha causato una vittima che si può definire, date le circostanze, la prima vittima dell’influenza stagionale che è arrivata in ritardo in tutta Italia. La persona deceduta è una donna di 58 anni di Tricase.

Diciamo subito che la donna soffriva da tempo di insufficienza renale, che era in cura con diverse terapie e che l’attacco influenzale -tra l’altro per opera del più aggressivo dei virus di quest’anno- l’ha colta indebolita e indifesa. La febbre è salita subito molto alta e la donna è stata ricoverata all’ospedale di Tricase in condizioni molto gravi. Trattenuta in Rianimazione per tre giorni, purtroppo il suo cuore ha ceduto all’ultimo minuto e il decesso è sopravvenuto per una serie di complicazioni legate all’effetto della febbre sui reni già malandati.

Il picco influenzale, ora che il freddo è arrivato, è previsto per febbraio quando saremo in tanti a finire a letto per colpa dei virus. Tra essi c’è anche H1N1, responsabile della cosiddetta “influenza suina”, molto aggressiva. C’è da dire che tutti coloro che si sono vaccinati in tempo affronteranno la malattia senza drammi particolari, con febbre più bassa della media e con meno disagi. Chi non si è vaccinato deve mettere in conto qualche giorno di letto in più. Difficilmente ci saranno casi mortali, a meno che la persona contagiata non sia affetta da precedenti patologie che hanno minato l’organismo e si trovi nella impossibilità di difendersi dal virus.

admin

x

Guarda anche

Pediatria: nel primo anno di vita 4 fasi cruciali per la salute dei bambini

Sono quattro i periodi che mettono le basi della salute e della vita di un ...

Condividi con un amico