Home » Benessere » Ancora meningite in Toscana: sta meglio la quindicenne ricoverata due giorni fa

Ancora meningite in Toscana: sta meglio la quindicenne ricoverata due giorni fa

La Toscana ancora in guerra contro la lunga epidemia di meningite che colpisce un po’ in tutto il territorio, per fortuna con molte meno vittime di quanto si potrebbe pensare. Aveva fatto preoccupare l’ultimo caso, quello di una ragazzina di 15 anni ricoverata a Grosseto con tutti i sintomi della cosiddetta “sepsi meningococcica” (Meningite C) qualche giorno fa e che lasciava temere il peggio.

Per fortuna, i medici hanno subito individuato il problema e hanno trattato la giovane paziente con un “bombardamento” di antibiotici specifici e nella serata di ieri pare che le condizioni della ragazzina siano migliorate. La ragazza era arrivata al Pronto Soccorso con febbre molto alta, stato di incoscienza e dolori atroci al capo. Ricoverata in Rianimazione, si era parlato inizialmente di “lotta per la vita”. per fortuna però tutto si è ridimensionato, dopo le prime cure, e ora i medici sono certi che guarirà. Ma questo è solo l’ultimo caso di una diffusione epidemica che ha già spinto la Regione a prendere provvedimenti.

Già a Firenze e Pistoia si era resa necessaria la vaccinazione obbligatoria contro la Meningite, dato che i vaccini esistono e sono consigliati alle persone di età compresa tra zero e 45 anni. Ora anche la provincia di Grosseto si sta attrezzando per sottoporre al vaccino non solo i residenti ma anche le persone di passaggio e gli studenti che si trovano in Toscana. Le vaccinazioni sono innocue e rapide, non comportano effetti collaterali e proteggono in caso di vicinanza con persone malate. Anche la famiglia della ragazzina e gli amici di scuola, nell’ultimo caso, saranno sottoposti a vaccinazione e osservazione.

admin

x

Guarda anche

Pediatria: nel primo anno di vita 4 fasi cruciali per la salute dei bambini

Sono quattro i periodi che mettono le basi della salute e della vita di un ...

Condividi con un amico