Home » Benessere » Contro lo Zika, zanzare geneticamente modificate

Contro lo Zika, zanzare geneticamente modificate

Il virus Zika come Ebola. Non certo perché sia mortale, ma perché rischia di diventare una epidemia globale e se per adesso riguarda solo il Brasile non è detto che in futuro, come fu per Ebola, non possa espandersi. Ricordiamo che il virus, portato dalla puntura di una zanzara sudamericana, è già presente in 21 paesi su 55 del continente americano, ma i primi casi si contano anche in Europa (in Italia, Gran Bretagna, Portogallo, Danimarca e Svizzera) a causa dei viaggi.

Il virus Zika è grave perché, se colpisce le donne incinte, causa problemi serissimi ai bambini come problemi alla vista, ritardi nella crescita, ritardi mentali, malformazioni. Talmente grave che in Brasile si è arrivati a chiedere alle donne di non fare figli per un po’! Ma la zanzara dello Zika è la stessa che porta anche il Dengue e con esso conseguenze pesanti come per esempio la meningite. Intervenire tutti insieme, per tempo, significa evitare lo stesso errore commesso con Ebola: la sottovalutazione. La ricerca mondiale, incalzata anche dagli appelli del presidente americano Obama, sta proponendo alla OMS alcune soluzioni.

Le zanzare geneticamente modificate potrebbero essere una di queste. Ormai per combattere la malaria si studia da tempo il modo di cambiare il patrimonio genetico degli insetti per eliminare il fattore che trasmette la malattia. La stessa cosa si potrebbe fare anche con lo Zika. Negli Stati Uniti si starebbe già studiando un vaccino legato proprio a queste zanzare geneticamente modificate ma nell’attesa dei risultati, che non saranno rapidissimi, il contrasto alla malattia si deve fare con test, controlli e prevenzione a tappeto. Particolare attenzione, come detto, alle donne in gravidanza e ai viaggi intercontinentali.

admin

x

Guarda anche

Ecco il cerotto “salvasesso”

Il sesso dopo gli “anta” … un problema, e non solo per lei, che andando ...

Condividi con un amico