Home » Benessere » Gli uomini si rifanno il pene (per star meglio con se stessi)

Gli uomini si rifanno il pene (per star meglio con se stessi)

Sapete che anche gli uomini vanno matti per la chirurgia estetica? Non hanno un seno da ricostruire, ma possono farsi “scolpire” il pene. Si chiama lipopenoscultura, infatti, l’intervento che permette di aumentare le misure dell’organo riproduttivo maschile e si può eseguire anche in maniera NON chirurgica. Un intervento che è strettamente legato a un disagio psichico, alla cosiddetta “sindrome da spogliatoio”… della serie: chi ce l’ha più lungo?

La cosa che sconvolge gli urologi e i chirurghi estetici, oggi, è che la lipopenescultura viene richiesta non tanto da giovani galletti in piena crisi da prestazione, ma da signori maturi di età compresa tra 45 e 60 anni! La maggior parte di loro sono sposati, o hanno una relazione stabile da anni. La maggior parte di loro si presenta con la persona amata, dunque la richiesta viene vista più come terapia di coppia che come bisogno narcisistico del maschio. Insomma, rifarsi il pene perché migliora il sesso con la compagna di una vita!

L’intervento di per sé è semplice: si preleva il grasso dello stesso paziente, dall’addome o dalle cosce, e si inietta nel pene aumentandone il diametro. Il resto lo farà l’erezione! La convalescenza è rapida e le conseguenze negative praticamente inesistenti, così come i dolori post operatori. Il grasso inserito, per una parte, viene poi assorbito dal corpo ma ne rimane quanto basta per rinvigorire l’ego… e non solo! Inoltre, questo intervento non influisce minimamente sulle prestazioni sessuali o sulla capacità di avere o meno una erezione (anche se per qualche settimana è meglio tenere il membro a riposo). Agisce solo sul pensiero dell’uomo, che vedendosi appena più “dotato” si sente meglio con se stesso e vive meglio anche la propria sessualità.

admin

x

Guarda anche

A Palermo, intervento oncologico unico al mondo

L’eccellenza dello ISMETT di Palermo fa ancora sentire la propria voce. Intervento unico al mondo: ...

Condividi con un amico