Home » Benessere » Ecco come il dolore cronico modifica i nostri geni

Ecco come il dolore cronico modifica i nostri geni

Perchè le persone affette da dolori cronici, oltre a star male fisicamente, cadono in quella spirale di ansia, depressione e tristezza che peggiora la loro condizione e porta il sistema immunitario in tilt? Forse la colpa non è solo della stanchezza di combattere contro qualcosa che non passa mai. C’è dell’altro e lo ha scoperto la McGill University di Montreal, Canada.

“Abbiamo scoperto che il dolore cronico cambia il DNA e non solo nel cervello, ma anche nelle cellule T” ovvero nel sistema difensivo del nostro corpo. In pratica, senza il buon funzionamento delle cellule T non potremmo combattere nemmeno un raffreddore. Per cui il dolore cronico annulla anche le difese di base dell’organismo e mette il soggetto a rischio di molte più patologie di quanto si credeva. I ricercatori canadesi sono rimasti sorpresi per primi dalla scoperta, perché i geni “modificati” dal dolore continuo sono centinaia di migliaia.

Il dolore cronico, per lo meno in Italia, riguarda per un 63% la schiena e per il restante 37% la testa. In entrambi i casi è altamente invalidante e porta le persone a rinunciare anche a lavoro e vita sociale, per l’impossibilità di superare quelle fitte. Ma esistono anche dolori cronici dati da altre malattie come la psoriasi, l’artrite, il tumore. Sapere che in tutti questi casi, in modo diverso, il dolore cronico annulla le difese immunitarie è molto importante perchè cambia la prospettiva di cura per queste persone. Il futuro delle cure per questi dolori non saranno più soltanto gli antidolorifici ma delle medicine specifiche in grado di attaccare direttamente quei geni modificati in maniera sbagliata dall’adattamento al dolore e riportare dunque l’equilibrio mancato.

admin

x

Guarda anche

Pediatria: nel primo anno di vita 4 fasi cruciali per la salute dei bambini

Sono quattro i periodi che mettono le basi della salute e della vita di un ...

Condividi con un amico