Home » Benessere » Il cervello funziona in modo diverso in base alle stagioni

Il cervello funziona in modo diverso in base alle stagioni

Una ricerca belga condotta presso l’Università di Liegi sta dimostrando, dati scientifici alla mano, che forse la meteopatia esiste veramente, non è una fissazione o una esagerazione. Il nostro cervello agisce e reagisce in modi diversi a seconda del clima e delle stagioni e in particolare si comporta in modo “strano” durante i cambi di stagione. In esatte e inverno utilizza determinate aree, in primavera e autunno altre ancora.

I ricercatori hanno studiato questi effetti su 28 volontari (14 uomini e 14 donne, età media 20 anni) che sono stati sottoposti a determinati test cognitivi in vari periodi dell’anno. Ad ogni cambio di stagione, i volontari venivano isolati per 4-7 giorni e sottoposti a controlli di ogni tipo, inclusi dei test e delle interviste su attenzione, memoria, concentrazione. Il tutto veniva monitorato con le risonanze magnetiche e registrato. I cambiamenti erano molto evidenti. Di base il cervello funziona allo stesso ritmo per tutto l’anno, ma impiega risorse differenti a seconda delle stagioni.

Il momento di massimo sforzo del cervello è tra giugno e settembre, forse per far fronte al caldo che tende a stordirci. Invece tra dicembre e febbraio “si riposa”, lavorando con meno intensità ma senza perdere mai il ritmo base. Ma il passaggio tra caldo e freddo (primavera e autunno) fa cambiare le condizioni per il funzionamento di certe attività cerebrali, e dunque il momento migliore per svolgere compiti difficili è l’autunno, mentre il momento peggiore in primavera! Sembra strano questo, dato che le stagioni calde dovrebbero darci più energia. Ma in realtà è proprio il caldo che ci rende meno reattivi e dunque più inclini a far fatica per tutto. In estate aumenta anche la depressione con alti tassi di suicidi. Mentre in inverno si scatena la passione e vengono concepiti più bambini.

admin

x

Guarda anche

Allergie alimentari, prevenirle in gravidanza e allattamento

In gravidanza e allattamento è possibile prevenire le allergie alimentari dei più piccoli. A sostenerlo ...

Condividi con un amico